Concetta

Modica

Milano, 1969

formicaio | 2012

formicaio, 2012
(anthill)
(macchina da cucire, cibo, terra)
Courtesy: courtesy Made in Filandia


Una macchina da cucire e un ombrello si incontrarono su un tavolo di dissezione un po’ di anni fa nell’incontro più famoso della storia dell’arte. Erano I Canti di Maldoror del Conte di Lautréamont amati poi da Andrè Breton e dai surrealisti.

Uno di quegli incontri che ha cambiato ancora l’idea di bellezza, se mai ne può esistere uno. Una bellezza, tale solo nel segno dell’alterità e dell’inverosimile.

Pensando alla filanda come luogo per nuovi incontri, un luogo geografico con un nome coniato da artisti ho immaginato una macchina da cucire che incontra una formica su un campo di grano.

Una macchina da cucire che diventa un formicaio, un luogo, una nuova geografia. 

Le formiche così operose come chi lavorava in filanda.

Un incontro atipico, tra diversità, un tipo di incontro che può far accadere delle cose,  aggiungere, creare spaesamenti.

Un po’ come quando ci si trova in un altro paese.

Tutto può succedere in Filandia.

 

orologi replica orologi replica svizzeri orologi replica rolex

ItalianArea

Social

 

developed by Viafarini
in collaboration with NABA

coded by lettera7